4.7
(106)

di Antonio Incardona

Il boom delle bici e dei monopattini sulle strade italiane, dovuto sia ai bonus governativi sia alla paura del COVID, è il nuovo terreno di caccia delle assicurazioni. Solo nel periodo estivo sono state vendute 600.000 bici, con un aumento del 60% in un anno, secondo i dati dell’Ancma, che prevede di chiudere il 2020 con una vendita di due milioni di esemplari. Nei primi 7 mesi dell’anno, rivela un’indagine di GFK, le vendite di monopattini elettrici, skateboard elettrici, hoverboard e one wheel hanno registrato un aumento del 140%, con 125.000 unità vendute.
Così nelle ultime settimane, si sono moltiplicate le offerte assicurative con pacchetti ad hoc o con l’inserimento di bici e “e-scooter” nelle tradizionali polizze per la famiglia.

C’è chi propone pacchetti multi garanzia per chi usa bicicletta o monopattino o semplicemente va a piedi in ufficio, sfidando le insidie urbane. E non possono mancare le polizze contro il furto, anche quello un fenomeno in crescita.Si tratta ancora di prodotti assicurativi di nicchia e volontari, perché al momento l’obbligo di assicurazione riguarda solo le bici elettriche con potenza superiore ai 500 watt, mentre i mezzi in sharing sono assicurati per danni a terzi.

Ma le compagnie assicurative hanno fiutato l’affare e stanno facendo attività di lobbying per introdurre degli obblighi. A preoccupare di più in termini di sicurezza è la coesistenza in strada di questi mezzi, considerati molto vulnerabili, le auto e i passanti.

Non a caso di recente l’Ania, l’associazione nazionale delle imprese assicuratrici, spiegando che il boom dei nuovi mezzi di trasporto ha aumentato (sopratutto per i pedoni) l’esposizione al rischio, ha chiesto al governo regole di omologazione per freni, batterie, componenti elettrici. E anche di seguire la strada tracciata dall’UE, che imporrebbe l’obbligo di targa e assicurazione, in base a peso, velocità e potenza dei mezzi, come del resto già succede in altri Paesi.
Così da tenere insieme la lotta all’inquinamento, la sicurezza stradale e… gli interessi delle compagnie assicurative.

Vota questo articolo

Valutazione media 4.7 / 5. Conteggio voti 106

Write A Comment

OLTREIMURI.BLOG