5
(5)

di Giulia Cultrera

Il Carnevale è una festa antica e popolare, un momento di divertimento, fantasia e trasgressione in cui le persone si travestono, scherzano e si liberano dalle convenzioni sociali. Questo spirito festoso e creativo ha ispirato anche il mondo dei fumetti e dei videogiochi, che hanno spesso utilizzato il Carnevale come tema, ambientazione o elemento narrativo delle proprie opere.

Il carnevale e l’umorismo nei fumetti

Nei fumetti, il Carnevale è principalmente un’occasione per mettere in scena situazioni comiche, parodie e scherzi. Durante questa festività, i personaggi affrontano avventure allegre e spesso caotiche, mostrandone il lato più giocoso e vivace.

I fumetti Disney catturano lo spirito festoso del Carnevale e lo mescolano ad avventure stravaganti e comiche. Che si tratti di scambi di identità involontari, gare in maschera o corse di carri allegorici, questa festività offre infinite possibilità per le (dis)avventure dei topi e dei paperi.

Anche negli albi di Asterix i protagonisti partecipano a feste in maschera e si travestono per l’occasione. Questo genera momenti divertenti e surreali, ma è anche uno modo per riflettere con sottile ironia su ciò che accade. 

In Batman, invece, il Carnevale diventa un momento di tensione e stranezza, dove il lato più oscuro della psiche umana si manifesta tra le maschere e i vicoli di Gotham City.Il carnevale nei fumetti e nei videogiochi

Il Carnevale e l’atmosfera festosa nei videogiochi

Nei videogiochi, il Carnevale offre l’opportunità di creare mondi ricchi di dettagli e atmosfere festose, trasportando i giocatori in celebrazioni coinvolgenti, con missioni, eventi speciali e ambientazioni uniche. È un modo per arricchire il gameplay, ma anche per approfondire la storia e i personaggi.

Il gioco per eccellenza con ambientazioni carnascialesche è Assassin’s Creed 2. Presenta una delle missioni più memorabili ambientate durante il Carnevale di Venezia nel XVI secolo, in cui Ezio, il protagonista, deve vincere delle prove per partecipare a una festa e affrontare il doge Marco Barbarigo. Il giocatore ha la possibilità di muoversi tra le strade affollate, prendere parte ai giochi e ai festeggiamenti e infiltrarsi tra le maschere per compiere le varie missioni. Così facendo, si immerge nella cultura e nella politica dell’epoca, venendo a contatto anche con la corruzione, la violenza e l’ipocrisia della società veneziana rinascimentale.

Il carnevale nei fumetti e nei videogiochi

Il Carnevale fa la sua incursione anche in The Witcher 3. Geralt, il protagonista, partecipa a una festa in stile Carnevale veneziano con maschere, fuochi d’artificio e balli per indagare su un complotto.

Infine, in The Sims 4, un gioco di simulazione, è possibile organizzare feste in maschera e superare degli obiettivi a tema per ottenere dei premi. Acquistando il pacchetto Colore di Carnevale avrete a disposizione anche il guardaroba ispirato al Carnevale brasiliano.

Il Carnevale, con la sua miscela unica di allegria, mistero e fantasia, continua a ispirare opere creative in ogni forma d’arte, compresi i fumetti e i videogiochi. Che si tratti di combattere contro il crimine nelle vie di Gotham City, vivere avventure stravaganti o affrontare missioni tra le maschere di Venezia, il Carnevale nei fumetti e nei videogiochi rimane una celebrazione senza tempo di questa importante festività popolare.Il carnevale nei fumetti e nei videogiochi

Vota questo articolo

Valutazione media 5 / 5. Conteggio voti 5

Write A Comment