4.8
(11)

ovvero
Passione e dedizione sono la via

di Giulia Cultrera

Se senti una voce dentro di te che dice ‘non puoi dipingere’, allora a tutti i costi dipingi e quella voce verrà messa a tacere.
(Vincent van Gogh)

Questo pensiero di van Gogh può essere applicato a molti aspetti della vita. Se hai una passione, coltivala. Se hai un obiettivo, tenta e ritenta finché non lo raggiungerai.

Il pittore olandese è stato un artista molto tormentato e incompreso, ma non ha mai smesso di dipingere con passione e dedizione, cercando di migliorare costantemente il suo stile e la sua tecnica.

Morì senza aver mai ricevuto il riconoscimento che meritava, senza aver mai raggiunto la perfezione che cercava. Ma non si arrese mai alla sua vocazione: «Non posso fare a meno di dipingere, perché dipingere è la mia vita».la filosofia di van gogh

Vincent van Gogh dipingeva lo stesso soggetto più volte per perfezionarlo, ma anche per esplorarlo, esprimerlo e superarlo. La serie sui Girasoli ne è un esempio.

Creò in totale undici tele, allo scopo di esplorare le possibilità espressive del colore, della luce, della forma e del movimento. Ripetendo lo stesso soggetto, poteva variare la sua tecnica e il suo stile, e confrontare i diversi effetti ottenuti.

Allo stesso modo, poteva esprimere il suo stato d’animo e la sua visione del mondo, che cambiavano a seconda delle sue condizioni psichiche e fisiche. Nei suoi autoritratti, Van Gogh rivelò le diverse sfaccettature della sua personalità e della sua sofferenza, usando colori e pennellate che riflettevano il suo umore e la sua angoscia.la filosofia di van gogh

Milano, Roma e Napoli ospitano un’esperienza immersiva unica nell’arte di van Gogh, con un percorso multimediale che combina proiezioni digitali, effetti sonori, mapping video e realtà virtuale. Quest’ultima consente di entrare, attraverso un visore, in otto capolavori dell’artista e di scoprire i luoghi che li hanno ispirati, come Arles, Saint-Rémy e Auvers-sur-Oise.

Oltre 350 opere, tra cui i Girasoli, La notte stellata, La camera di Vincent ad Arles e Il seminatore, sono proiettati su due piani e su una superficie di oltre milla metri quadrati, creando un’atmosfera magica e suggestiva.

Un modo originale per conoscere van Gogh, scoprire le sue influenze artistiche e ammirare le sue opere. Un approccio diverso e più coinvolgente all’arte per entrare maggiormente in empatia con l’autore. Un elogio della costanza e della determinazione, che mostrano come la passione sia la forza vitale per manifestare la propria vocazione e – in qualche modo – migliorare il mondo.la filosofia di van gogh

Vota questo articolo

Valutazione media 4.8 / 5. Conteggio voti 11

Write A Comment