3.9
(15)

di Sebastiano D’Angelo

Secondogenito di madre veneta e padre ragusano, Carlo Corallo rappresenta una bellissima pagina del genio creativo di matrice iblea in tutto il Mondo. Nato a Melbourne l’8 febbraio del 1956 ed educato dalla famiglia secondo i valori della tradizione siciliana, Carlo manifesta da subito una spiccata passione per l’edilizia ed in particolare per l’architettura e il disegno di interni.

Si laurea alla Facoltà di Archiettura di Melbourne con la “Menzione d’onore” nel 1979. Con i primi guadagni viaggia lungamente in Europa, traendo dal confronto e dall’ammirazione per l’architettura europea preziosi suggerimenti per la sua carriera professionale, che ben presto si svilupperà con risultati di assoluta eccellenza.

Carlo Corallo con la moglie e la figlia

Agli inizi degli anni ’80 lavora a Melbourne in numerosi progetti aventi per oggetto la costruzione di grandi ospedali, grattacieli ed alberghi di lusso, dislocati anche ad Hong Kong e Auckland, in Nuova Zelanda. Sono anni in cui ha modo di affinare competenze professionali di prim’ordine e uno spiccato senso di managerialità, doti che lo porteranno ben presto ai vertici nel mondo come architetto e manager di successo.

Consolato Italiano di Melbourne. (Da sx) Giuseppe Cannata, Sebastiano D’Angelo, il Console Marco Cerbo e Carlo Corallo

Il 1985 segna una svolta decisiva per la sua carriera professionale. Entra a far parte della “Peddle Thorp”, una società di progettazione fondata a Sydney qualche anno prima, con una piccola succursale anche a Melbourne. Società, che da semplice “associato” lo vedrà diventare azionista di riferimento e che crescerà in parallelo con la sua scalata ai vertici. In poco più di un decennio diventa l’undicesima compagnia di architettura più grande al mondo, con studi, cantieri, opere progettate e realizzate in Australia, Cina, India, Malesia, Thailandia, Corea, Emirati Arabi, Usa e Europa.

(Da sx in alto in senso orario) l’Hisence Arena a Melbourne, sede degli Australian Open di tennis, l’QNB Tower a Doha in Quatar e l’Acquario di Melbourne

Dalle 16 persone iniziali del 1985, la Compagnia associa in pochi anni oltre 160 architetti, coordinati da Carlo presso l’Ufficio Centrale di Melbourne. Innumerevoli i progetti curati dalla Compagnia, fra cui si segnalano in particolare: il Teda Soccer Stadium, per 40.000 spettatori, a Tiajin, in Cina, il Tennis Centre di Melbourne, sede degli Australian Open, la Tecnology Oasis a Shanghai e l’Holmesglen Vocational College a Melbourne. Gli Acquari di Pusa (Corea), Shanghai (Cina), Bangkok (Thailandia), Dubai (Emirati Arabi), Parigi (Francia), Toronto (Canada), Copenaghen (Danimarca), Hong Kong (Cina), Manila (Filippine) e Melbourne.

(Da sx in alto in senso orario) Il Teda Soccer Stadium di Tiajin, la Tecnology Oasis a Shanghai, entrambi in Cina, e l’Holmesglen Vocational College a Melbourne

Innamorato della sua città d’origine, Ragusa, nella primavera del 2008 organizzò, d’intesa con la Facoltà di Geelong e l’Associazione Ragusani nel Mondo, una borsa di studio per giovani studenti australiani volta a favorire la produzione di progetti di riqualificazione del lungomare Andrea Doria di Marina di Ragusa.

Carlo insieme ad un gruppo dell’Associazione dei Siciliani d’Australia

Per diversi mesi la promozione e lo studio del litorale, nonché dell’intero territorio ibleo, furono gettonate materie di studio dall’altra parte del mondo. Tre studenti furono scelti da una apposita commissione ed ospitati a Ragusa in quell’estate per presentare i loro progetti. Gli elaborati di tutti gli studenti furono illustrati in un testo che per parecchi anni è stato materia di studio in Australia. Classico esempio di un virtuoso effetto di promozione collegato al Premio Ragusani nel Mondo, che superficialmente alcuni ambienti della locale borghesia culturale o le pubbliche istituzioni tendono a volte a disconoscere nel suo effettivo sviluppo.

(Da sx in alto in senso orario) Il Siri Fort Stadium e il Thygaraj Stadium, entrambi a Delhi, in India, il Manila Aquarium nelle Filippine

Molto impegnato anche nel volontariato, Carlo ha contribuito a fondare l’Associazione dei Siciliani d’Australia con l’intento di promuovere la conoscenza, la cultura e le tradizioni dell’isola, favorendone anche il turismo. Organizza annualmente a Melbourne diverse attività culturali, fra cui si ricorda in particolare un Concerto nel 2017 degli artisti ragusani Peppe Arezzo e Lorenzo Licitra.

Fu insignito del Premio la sera del 28 agosto del 2007 in Piazza San Giovanni, in una indimenticabile edizione segnata dalla presenza di Edwige Fenech e condotta da Franco Di Mare e Anna Vinci. Mai Premio ha celebrato in modo così degno il talento ibleo nel Mondo.

Carlo Corallo ricevuto al Comune di Ragusa dal Sindaco Federico Piccitto (2014)
Alcuni progetti avveniristici della Peddle Thorp di Carlo Corallo. (Da sx in alto in senso orario) Il Doha Aquarium in Quatar, la Madiina Al Hilal e il WRM Civic Centre ad Abu Dhabi negli Emirati Arabi

Vota questo articolo

Valutazione media 3.9 / 5. Conteggio voti 15

2 Comments

  1. Carlo Corallo e’ un grande Architetto, il piu’ grande del mondo! Un meraviglioso amico di tutti.
    Siamo tutti orgogliosissimi in Australia di questo insuperabile GENIO Ragusano! Augurissimi di tanti ancora successi e tanto amore per il Suo radioso lavoro!

Write A Comment

OLTREIMURI.BLOG