Tag

paradiso

Browsing

ovvero
Distruggi il boss finale e arriva in paradiso

di Giulia Cultrera

Quante probabilità ha una persona, tendenzialmente immorale, di redimersi e intraprendere un percorso di crescita personale? Molte, se a guidarla in questa complicata, quanto bizzarra, missione è un insegnante di etica.

The Good Place presenta un format unico nel suo genere, riuscendo a condensare numerosi insegnamenti filosofici all’interno di una struttura narrativa per lo più comica e surreale, a tratti grottesca.

Il tutto si può paragonare a un videogioco. Abbiamo un’ambientazione idilliaca con frozen yogurt, anime gemelle e un’assistente personale in grado di fornire qualsiasi informazione sull’universo (anche sulla vita e tutto il resto). Non possono certo mancare dei giocatori che si scontrano con il boss iniziale – perdendo sistematicamente –, costretti a ripetere innumerevoli volte lo stesso livello nel The Good Place.
The Good PlaceNon è ben chiaro se sia un genio del male il boss nel torturarli all’infinito o se siano molto svegli i personaggi nello scoprire ogni volta il suo sadico piano. Cambia poco, poiché, nonostante i loro ricordi vengano cancellati ad ogni riavvio del livello, i giocatori riescono sempre a ritrovarsi e a ricreare un profondo legame tra loro. Soltanto collaborando e sostenendosi a vicenda possono diventare delle persone migliori.

E ci riescono alla grande. Portano dalla loro parte persino il boss cattivo e accedono finalmente al livello finale: il Paradiso, The Good Place.

Qui viene dispensata l’ultima pillola di saggezza della serie: ogni cosa è bella proprio perché ha un termine. Compresa l’eternità. Soprattutto l’eternità.

Pur trattandosi del The Good Place, la consapevolezza che esiste una conclusione, che tutto ha un termine, rende l’esistenza davvero meritevole di essere vissuta. Ancor più se il passo successivo è trasformarsi in una coscienza invisibile, una scintilla che incoraggia le persone a diventare, a loro volta, la versione migliore di sé stesse. In un ciclo infinito di livelli chiamato vita.
The Good Place
OLTREIMURI.BLOG