Tag

Pina Bizzarro yoga

Browsing

di L’Alieno

“Siamo qui per portare la Vera informazione scientifica”. Ha esordito così Pina Bizzarro, insegnante di yoga e organizzatrice di “in scienza e coscienza”: la manifestazione free-no-vax ragusana del 24 settembre.

Star della serata non poteva che essere lei: la chimica e tecnologa farmaceutica Loretta Bolgan. Ma non ne parlerò. Ha recitato il solito copione fin troppo scontato. Più interessante il pittoresco prof. Silvio Barbata, poeta, teologo e insegnante di religione. Avrebbe voluto e dovuto trattare il tema della “coscienza” (visto che il tema della “scienza” era di competenza della star). L’esito però mi è sembrato un fritto misto a tratti esilarante.

Pina Bizzarro, portavoce del comitato spontaneo “Ragusa consapevole” e organizzatrice della manifestazione

Dopo aver iniziato con la solita strumentalizzazione della morte del prof. De Donno, ormai un classico no-vax, il Barbata si è lanciato, con grande fervore mistico, in un sermone di stampo millenaristico a base di inganni universali, apocalissi, segni demoniaci e capolavori del male. Anche il Savonarola avrebbe applaudito.

Secondo l’esperto prof di religione saremmo di fronte ad una “deriva democraticadovuta all’ambiguità dell’art. 1 della Costituzione che conterrebbe “la possibilità dello schiavismo“. Mentre la mancata libertà di vaccinarsi equivale a dire che siamo considerati animali, non persone. E come animali morirebbero tanti ragazzini per colpa del vaccino.

Piazza Matteotti e il pubblico della manifestazione

Infine, sfoderando un insieme impressionante di latinorum filosofici e teologici, conditi da paroloni in grado di confondere persino le menti degli intellettuali presenti in piazza, è approdato perigliosamente a due grandi verità finali. La prima è il plagio universale delle vittime che non sanno riconoscere i propri carnefici e potrebbe avere come fine ultimo “la diminuzione della popolazione mondiale” (le scie chimiche non hanno funzionato bene, a quanto pare). La seconda riguarda i credenti: l’attentato blasfemo dei dittatori sanitari contro la Pasqua, privata del suo popolo, e la messa di Natale anticipata che ha segnato una “cesura apocalittica” rispetto al passato. Cose di una gravità inaudita, a quanto pare, non riconosciute colpevolmente nemmeno dal Papa.

Silvio Barbata, professore di religione

A chiudere la serata tale Santi Daniele Zuccarello, politico senza fissa dimora e personaggio in cerca d’autore, che ha arringato la piazza sulla truffa del vaccino, delle narrazioni TV e delle verità nascoste sulle reazioni avverse. Ed è evidente che lui di truffe se ne intende, avendo subito una condanna per lo stesso reato nella cosiddetta “gettonopoli” messinese come consigliere comunale  (con sentenza passata in giudicato).

Una serata di Vera “verità, libertà e (dis)informazione”, come negli auspici dell’organizzazione. Un successo.

Santi Daniele Zuccarello

Foto tratte dal video della diretta live pubblicato su YouTube da Massimo Pisani

L’Alieno è una rubrica settimanale tenuta da Giuseppe Schembari (uno dei quattro fondatori del blog)

OLTREIMURI.BLOG